U18 Silver EST - risultati e commenti 25 marzo 2018
Martedì 27 Marzo 2018 13:00
Hits smaller text tool iconmedium text tool iconlarger text tool icon

Campionato Regionale UNDER 18 Silver EST - Fase Provinciale TV / VE

CAMPIONATO REGIONALE UNDER 18 “SILVER”

Fase Provinciale di Qualificazione Treviso/Venezia  –  Girone “Est”

Domenica  25-03-2018 – Palasport “G.Barbazza” – San Donà di Piave 

ASD JESOLOSANDONA’ BASKET –  POL. S.GIORGIO QUINTO  58 – 33 

1° quarto 16–5 / 2° quarto 30–15 (14-10) / 3° quarto 42–28 (12-13) / 4° quarto 58–33 (16-5)

Note:  

-          Usciti x 5 falli: espulsi Diarra (Quinto) e allenatore Quinto

-          Tiri Liberi: JSDB 21 su 34 = 53,85 % – Quinto 7 su 13 = 61,76 %

-          Tiri da 3p: JSDB 5  –  Quinto 5

-          Falli: JSDB 19  –  Quinto 27

-          Arbitri: Vitale Nicola di Quarto d’Altino 

ASD JESOLOSANDONA’ BASKET

Diral 9, Biancotto L. -, Midena 5, Bergamo 2, Biancotto M. -, Sartori -, Biancotto E. 6,

Bisiol 3, Fregonese 24,  Es Sahhal -, Peretti -, Dalla Vecchia 9

Allenatore: Epis Jacopo - Vice-allenatore: Bergamo Tiziano 

POLISPORTIVA SAN GIORGIO QUINTO

Fucile 4, Vasiliu 3, De Vido GL 7, Dal Zilio R. -, Diarra 8, Tirri -, Ruggi 2, Vanin -,

Dal Zilio D. 3, Continetto -, Danieli 7

Allenatore: De Toffol Marco  

SANDONA’ CHIUDE IL CANESTRO AL QUINTO 

Gara brutta, per lunghi tratti senza canestri, caratterizzata dal tardivo intervento dell’arbitro ad impedire che si trasformasse in una partita di rugby. Invece il direttore di gara ha concesso troppo a lungo agli ospiti un gioco eccessivamente pesante, cosa per questi ultimi hanno pensato bene che fosse più importante piazzare gomitate sui fianchi degli avversari piuttosto che provare a fare canestro. Di canestri infatti non se ne sono visti a lungo se non su tiro libero, mentre su azione i “quintini” hanno centrato la retina un’unica volta in tutto il primo quarto grazie ad un … assist del nostro Fede, ancora alle prese con l’ora legale e con le 10 ore di pullman del giorno prima per il  rientro dalla gita scolastica a Praga ! Come dicevo gli scontri fisici hanno prevalso sul gioco, ma di canestri non se ne sono visti da entrambi i contendenti, tanto che dopo quattro minuti si stava ancora sul1 a1 per un tiro libero segnato per parte.

I sandonatesi hanno pagato a piene mani la travagliata settimana di allenamenti a ranghi ridotti per le numerose assenze nell’organico dovute alle gite ed agli impegni di scuola-lavoro, e così nel gioco si sono mostrati impacciati, disattenti ed imprecisi, nonché lenti nella manovra e rinunciatari nelle iniziative d’attacco.
Il Quinto ancor di più svagato, confusionario ed impreciso, cercava quasi esclusivamente temerarie conclusioni da tre punti, sistematicamente sbagliate. Non appena poi la pressione difensiva dei nostri si è accentuata i trevigiani sono andati letteralmente in tilt, e si sono lasciati prendere dal nervosismo, commettendo una miriade di falli. Per il San Donà i palloni da giocare si sono immediatamente moltiplicati come il miracolo dei pani e dei pesci, anche se le tante occasioni che si sono presentate non sono state colte a piene mani; comunque già alla fine del primo quarto il loro vantaggio era già salito in doppia cifra:16 a5.

Jacopo comincia bene il secondo tempo con una bella conclusione combinata con Filippo, cui poi aggiungeva un tiro libero; Alberto bissava con un lob ed al 4° i sandonatesi stavano a +15 (22-7). Un tiro benedetto dal tabellone interrompeva il digiuno degli ospiti che davano qualche cenno di risveglio, ma prima Daniele e poi Midena non allentavano la morsa permettendo al San Donà di chiudere doppiando gli ospiti:30 a15.
La partita era caratterizzata da continui falli dei ragazzi del Quinto che nonostante la reticenza del direttore di gara a fischiare, concedevano al San Donà ben 20 tiri liberi nei primi due quarti dei gioco, ma credetemi ce ne sarebbero stati almeno il doppio.

La ripresa cominciava con un unico sussulto ospite, che però si esauriva nel6 azero dei primi tre minuti, grazie ad un San Donà rientrato dagli spogliatoi alquanto deconcentrato. A questo punto però avveniva il fattaccio, quando Diarra stendeva Fede con una violenta gomitata intenzionale allo stomaco dopo essersi fatto rubare l’ennesimo pallone. Per fortuna stavolta l’arbitro vedeva ed alzava i due pugni al cielo in segno di espulsione immediata. Forse se fosse stato fin dall’inizio meno permissivo, avrebbe sicuramente evitato che qualcuno pensasse di poter usare i gomiti impunemente ! Nel frattempo l’allenatore ospite eccedeva nelle proteste beccandosi un doppio tecnico che ne sanciva l’espulsione. Fregonese era freddissimo in lunetta, e centrava tutti e cinque i tiri a disposizione. A questo punto la partita è praticamente finita, con gli ospiti praticamente allo sbando senza poter contare su una guida tecnica,  ma prima non è che avessero fatto molto di più.

Il resto della partita è scorso veloce, della serie non si vedeva l’ora che si concludesse. Il San Donà ha così aggiunto altri due punti a questa brillante sua prima fase, dove ha meritatamente condotto la classifica dalla prima giornata, festeggiando il primo posto solitario comunque andrà la gara che resta ancora da giocare domenica 8 aprile contro l’Hesperia Treviso.

L’inaspettata sconfitta casalinga dello Spinea contro il Casier ha chiuso anche i giochi per la seconda piazza che andrà a beneficio del Favaro.

Salvo improbabili sorprese nel girone Ovest, le due semifinali di sabato 28 aprile a Conegliano dovrebbero essere: San Donà contro Eagles Conegliano e Priula Basket contro Favaro.

GBF

                                                                                                       back   



AddThis Social Bookmark Button
 

via Equilio - Jesolo Lido

parkequilio 174 77

Ferrari gelateria

               Videoclip

FCN Logo Neustadt