Lutto - Messaggio di cordoglio
Mercoledì 21 Marzo 2018 20:00
Hits smaller text tool iconmedium text tool iconlarger text tool icon
 Lutto - Messaggio di cordoglio

lutto 2

Ricordo di Italo Beffagna
Un altro caro amico ci ha lasciati, un autentico sportivo anzi un vero signore dello sport.
Italo era un veneziano trapiantato a San Donà, ed è stato un valido calciatore della squadra della nostra città a cavallo tra gli anni ’50 e ’60, quando il calcio rappresentava l’essenza dello sport sandonatese. Noi ragazzi non perdevamo una domenica per vederlo giocare dalle tribune dello Stadio Zanutto, assieme ai nostri idoli di allora quali “Ciccio” Maschietto in porta, il terzino Tommasella, Cornaviera al centro della difesa, Guerrato all’ala destra ed appunto Beffagna all’estrema sinistra, lui che non era un mancino naturale. E’ sempre stato attentissimo ad ogni vicenda sportiva locale, ed i suoi interessi spaziavano su ogni disciplina che si praticasse in città. Lo potevi incontrare non solo sulla tribuna dello “Zanutto”, ma anche al “Torresan” o al “Pacifici” per le gare del Rugby, così come sulle gradinate del “Barbazza” per Basket e Volley. Quanti simpatici aneddoti ho potuto sentir da lui raccontare su storie vissute nel campo di gioco, negli spogliatoi, durante le trasferte, sui tanti “pittoreschi” personaggi che facevano da cornice allo sport della città. Era uno spasso ascoltarlo, racconti pieni di simpatia ed umanità che avrebbero meritato di essere registrati oppure essere trascritti ed essere conservati in qualche raccolta. Ho avuto anche il piacere di giocare con lui a calcio in alcune delle tante squadre amatoriali in cui ha militato, con cui ho riempito tante serate estive partecipando ad ogni torneo che fosse organizzato nel nostro Veneto Orientale, sui campi di Eraclea, Torre di Mosto, Ceggia, Cessalto, Jesolo, Fossalta, Musile, … e più di tutti sul terreno sabbioso dell’Oratorio di San Donà. Ad ogni convocazione rubargli la maglietta numero 11 era praticamente impossibile ! Conservo nitidamente il ricordo di essere stato presente al suo ultimo allenamento. Avevamo disputato un cinque contro cinque sul campetto di Croce, dove si allenava la nostra squadra amatoriale, in una umida serata di un fine novembre del 2005; infatti quando rientrammo in spogliatoio legò simbolicamente le scarpe al chiodo dell’attaccapanni in segno di addio al calcio giocato. Durante la meravigliosa epopea di JesoloSandonà Basket, dalla serie D alla serie A dilettanti, è sempre stato uno dei tifosi in prima fila, e non perdeva una partita dalla tribuna del palasport dell’Istituto Cornaro di Jesolo. Lo ricordo molto legato alla sua “venezianità”, primo tifoso del Calcio Venezia e della Reyer di cui esibiva orgoglioso le tessere, nonché dei colori sportivi bianco-celesti di ogni club sandonatese.
Caro Italo, a mia volta sono orgoglioso ed onorato di averti conosciuto, di aver potuto giocare con te, di aver potuto parlare a lungo di sport con te.
JesoloSandonà Basket è vicino ai suoi cari, alla moglie Lina, alle figlie Silvia e Serena, alle quali porge le più sentite condoglianze.

Buon viaggio Italo !

GBF

Gazzettino Articolo - clicca qui -

 

                                                                                                          



AddThis Social Bookmark Button
 

via Equilio - Jesolo Lido

parkequilio 174 77

Ferrari gelateria

               Videoclip

FCN Logo Neustadt