U18 Elite - Risultati e commenti 17 marzo 2017
Martedì 21 Marzo 2017 22:00
Hits smaller text tool iconmedium text tool iconlarger text tool icon
Campionato Italiano UNDER 18 Elite - 3 FASE - Girone E

CAMPIONATO ITALIANO UNDER 18 Elite

IiI fase  –  Qualificazione final four Regionale  –  Girone “e”

venerdì  17-03-2017 – palazzetto dello sport – trivignano (ve) 

ASD caStellana mestre – ASD JESOLOSANDONA’ BASKET  70 – 80 

1° quarto 12–16 / 2° quarto 36–39 (24-23) / 3° quarto 62–54 (26-15) / 4° quarto 70–80 (8-26)

Note:

-          Usciti x 5 falli:

-          Tiri Liberi: Castellana 9 su 18 = 50,00 % – JSDB 8 su 17 = 47,06 %

-          Tiri da 3p: Castellana 5  –  JSDB 10

-          Falli: Castellana 20 – JSDB 19

-          Arbitri: Colizzi E. e Scattolin A. di Venezia 

ASD CASTELLANA BASKET

Barbagallo 4, Zennaro 4, Sparagna 13, Sorato 2, Trevisiol 9, Pesce 14, Garzia 11, Rigo -, Busolin 9, Pizzato 4

Allenatore: Finco M. - Vice-allenatore: Molena M. 

ASD JESOLOSANDONA’ BASKET

Almacolle 10, Costa 2, Costantini 4, Di Laurenzio 11, Fregonese n.e.,Ferretti -, Mattiuzzo 18, Ostan 11, Tuis 24

Allenatore: Teso Giovanni - Vice-allenatore: Epis Jacopo 

JSDB che spavento !

Avete presente il vecchio televisore di casa, quello che apparteneva al nonno, grande come un mobile con all’interno il tubo catodico e le valvole ? Ogni tanto, anzi abbastanza frequentemente, si incantava, e non si riusciva mai a capire il perché. Spesso dovevi aspettare molto tempo per trovare un tecnico, ed allora qualcuno aveva escogitato un metodo che accorciava i tempi, facendoti risparmiare la spesa e risolvendo tutto in un minuto: si assestavano due pesanti pugni sopra il contenitore, ed inspiegabilmente tutto riprendeva a funzionare ! Mi raccontavano che la tecnica funzionava egregiamente anche con lavatrici e lavastoviglie.

Venerdì scorso a Trivignano di cose da far funzionare nella squadra del San Donà ce n’erano purtroppo molte, e non derivavano affatto dall’aver accettato la sfida in un venerdì 17 che avrebbe fatto tremare le certezze di qualsiasi scaramantico.

Purtroppo i nostri ragazzi non funzionavano, erano superficiali, distratti in difesa come non mai, sciuponi in attacco, scarsamente precisi nel tiro dalla distanza, assolutamente in quello da sotto, incapaci di fare transizione e contropiede.

Poi verso metà arrivavano anche gli infortuni e probabilmente alche la svolta della gara: Leonardo, che non è Di Caprio,  riceveva una violenta botta in testa, e restava a terra sanguinante. La partita si fermava per qualche minuto, ed il malcapitato giocatore sandonatese veniva portato a braccia in spogliatoio, e messo con la testa sotto la doccia fredda per arginare l’emorragia. Poi veniva riportato in panchina dove restava immobile a guardare la partita con un sombrero di ghiaccio in testa.

I locali della Castellana, che fino a quel momento erano riusciti a restare a contatto, fiutavano l’occasione e si esaltavano nel terzo quarto segnando anche quando sbadigliavano, sommergendoci con un perentorio25 a16, e schizzando in avanti di 8 lunghezze alla fine del tempo.

Coach Teso sembrava incapace di disingarbugliare la matassa, ed aveva ruotato tutta la propria panchina senza trovare adeguate soluzioni, perciò ripartiva dagli infortunati, sperando come il riparatore di televisori che l’effetto botta avesse prodotto qualche risultato. L’azzardo dimostrava  inequivocabilmente di funzionare, perché le martellate ricevute sulla copoccia spingevano proprio Leonardo alla propria migliore prestazione stagionale, con ben 16 punti all’attivo nell’ultimo quarto e tre bombe tre che rianimavano anche i compagni, che ne aggiungevano altre quattro, spegnendo ogni velleità dei padroni di casa con un perentorio26 a8 finale.

Ci è andata bene, ma così proprio bene non va, siamo ormai alla vigilia delle partite che decideranno il campionato ed è necessaria una svolta nel gioco, nella concentrazione, nella determinazione, ed anche nella preparazione.

Anche perché le botte in testa se qualche volta ti possono svegliare, nella maggioranza dei casi ti possono anche mandare all’ospedale, ed all’inizio la storia non l’avevo raccontata proprio tutta, e qualche volta era capitato che il malcapitato televisore alla terza martellata fosse letteralmente esploso !

Giovedì23 aVicenza giocheremo il primo dei due scontri determinanti per la classifica finale di questo girone, e per la qualificazione alla Final Four regionale.

I vicentini hanno faticato a Castelfranco dove noi avevamo passeggiato, prevalendo dopo un tempo supplementare, ma si sa ogni gara fa storia a sé ed è probabile che anche loro abbiano affrontato la gara con l’eccessiva leggerezza con cui noi abbiamo giocato contro  Castellana.

GBF

 

                                                                                                       back   



AddThis Social Bookmark Button
 

via Equilio - Jesolo Lido

parkequilio 174 77

Ferrari gelateria

               Videoclip

FCN Logo Neustadt